Harrison Ford non ha alcuna intenzione di rinunciare alla sua passione per i velivoli.

A tal proposito, l’attore hollywoodiano è tornato a volare, a pochi giorni dalla tragedia sfiorata a bordo del suo aereo privato.

A inizio settimana, Ford, dopo aver sbagliato pista di atterraggio all’aeroporto John Wayne di Orange County, ha rischiato di entrare in collisione con un volo di linea dell’American Airlines in fase di decollo e con a bordo 110 passeggeri e sei membri dell’equipaggio.

Nonostante il grande spavento, Harrison, ieri (giovedì 16 febbraio), è stato visto all’aeroporto di Santa Monica salire a bordo del suo Cessna 680 a doppio motore, accompagnato dal co-pilota.

Intercettato dai reporter di TMZ, che gli hanno chiesto se stesse bene, Harrison ha riposto con un sorriso appena accennato, rifiutando di commentare l’accaduto.

Per l’episodio, l’Amministrazione di Aviazione Federale ha già aperto un’indagine, poiché atterrare sulla pista di rullaggio rappresenta una grave violazione delle norme di sicurezza.

Il volo dell’American Airlines è riuscito a ripartire per Dallas, dove era diretto e per i passeggeri, fortunatamente tutti illesi, si è trattato solamente di un grande spavento.

A causa di un guasto al motore, nel marzo 2015, Ford precipitò con il suo elicottero d’epoca su un campo di golf di Santa Monica, dopo aver tentato un disperato atterraggio d’emergenza.

Il 74enne, nella circostanza, riportò la rottura di una caviglia e fratture multiple alla zona pelvica.

LATEST NEWS