Anne Hathaway muove delle accuse di sessismo per il modo in cui molti tabloid hanno deciso di presentare il nuovo film tutto al femminile 'Ocean’s Eight'.

All’attrice americana infatti non sono andate giù le voci dei malumori e dei presunti litigi tra le star della pellicola, il cui cast è composto da dive come Sandra Bullock, Cate Blanchett, Sarah Paulson, Rihanna, Helena Bonham Carter, Mindy Kaling e Dakota Fanning. E, durante un intervento su Digital Spy, ha così difeso film e co-star dalle malelingue: 'Tra di noi si respira un’atmosfera assolutamente pacifica. Dal primo giorno tutte si sono comportate con professionalità e alcune di noi sono persino diventate amiche. Mi fa tristezza il modo in cui siamo state trattate da alcuni media, che continuano ad inventarsi delle storie false su litigi mai avvenuti'.

'È un non sense e danneggia tutte le donne, che popolano la metà di questo pianeta. Sono venute fuori delle notizie su alcune di noi e sono odiose. Non sono più disposta a sopportare. Smettetela di ridurre il nostro genere di appartenenza ad una caricatura', ha proseguito nel suo sfogo la Hathaway.

'Ocean’s Eight', diretto da Gary Ross, uscirà nelle sale il prossimo anno.

Nel film effettueranno delle comparse anche Katie Holmes, Damian Lewis e Matt Damon, che tornerà a vestire i panni di Linus Caldwill, il personaggio da lui interpretato nella trilogia di Ocean’s diretta da George Clooney.

LATEST NEWS