Rocío Muñoz Morales si immedesima nel suo nuovo personaggio da pasticciera, uno dei protagonisti del cinepanettone diretto da Neri Parenti 'Natale da chef'. Ad accompagnarla all’evento Ciné - Giornate estive di cinema di Riccione è stato lo stesso regista e Massimo Boldi, parte del divertente cast.

'Il mio personaggio è una donna bellissima, irraggiungibile, desiderata da tutti gli uomini, ma è fidanzata: si vede ma non si tocca', racconta la bellissima modella spagnola a Vanity Fair.

'Nello stesso tempo è anche una donna fragile, acqua e sapone, innamorata del suo uomo, che si arrangia per guadagnare qualche soldo, però non riesce a dire alla dolce metà che tipo di lavoro svolga'.

Oltre a preparare le torte, infatti, la pasticciera si ritrova spesso ad essere la sorpresa all’interno del dolce.

'Sicuramente siamo due guerriere che si rimboccano le maniche, ma io non riesco proprio a dire le bugie', continua la 29enne. 'Le dico malissimo e di solito mi beccano sempre, quindi evito di dirle!'.

Un'altra analogia tra l’attrice e il suo personaggio è l’amore per i pasticcini, anche se prepararli non li riesce altrettanto bene.

'Sono una grande divoratrice di dolci, ma non sono il mio forte in cucina. Mi riesce bene la paella. È il piatto preferito di Raoul che vorrebbe mangiarla più spesso, ma è un piatto molto impegnativo, che richiede due o tre ore di preparazione'.

LATEST NEWS