Continuano le indagini sulla rapina ai danni di Kim Kardashian. Negli scorsi giorni un uomo è stato fermato in Francia con l'accusa di aver partecipato all'aggressione di qualche anno fa.

La star della tv americana era stata aggredita in un albergo di Parigi nel 2016. I rapinatori l’avevano legata e imbavagliata in bagno e le avevano portato via numerosi gioielli. Fra questi c'era anche l'anello di fidanzamento regalatole da Kanye West da più di 18 carati.

Alla rapina - la più grande a un privato degli ultimi venti anni - hanno partecipato cinque uomini, che sono entrati nell'albergo dove alloggiava Kim vestiti da poliziotti.

Uno di loro è stato arrestato qualche tempo fa. Si tratta del presunto capobanda, un sessantenne, che ha confessato di aver faticato a trovare un compratore per l’anello da 18.88 carati: sarebbe stato “troppo riconoscibile” e lo avrebbe quindi ceduto a una terza persona.

La refurtiva non è mai stata recuperata: secondo le forze dell’ordine è stata venduta in Belgio.

LATEST NEWS