Jamie Foxx 'stalkerizzava' le celebrità nel disperato tentativo di sfondare nel mondo del cinema.

L’attore premio Oscar ha raccontato di aver trascorso ore e ore all’esterno del noto club di Los Angeles The Roxbury, per provare ad attirare l’attenzione dei personaggi famosi che stavano lasciando la location.

'Stavo dall’altro lato del Roxbury… perché non mi facevano entrare - ha dichiarato Foxx al Live with Kelly and Ryan -. Mentre tutti andavano via, io cominciavo a urlare!'.

'Immagino che lui non se lo ricordi, ma una delle mie “vittime” è stato Wesley Snipes (attore e produttore americano, ndr). Ero il suo stalker. Ero sempre dall’altro lato della strada. Ogni volta che lo vedevo uscire, urlavo: “Wesley Snipes, ti vedo Wesley Snipes!”'.

'Ogni settimana ero lì e un giorno mi sono imbattuto in Denzel Washington in quell’incrocio. Sono riuscito a eludere la security e l’ho abbracciato. Lui ha fatto il solito gesto consolatorio “alla Denzel Washington”, come a dire: “Su, andiamo”. Ha appoggiato la mia testa proprio sul suo collo. E io: “Sto solamente provando a darti i tuoi oggetti di scena. Ti amo D”. Ero uno di quei fan disposti a tutto'.

A distanza di tanti anni, Jamie, premiato agli Oscar e con una brillante carriera alle spalle, può vantarsi di avere nella propria cerchia di amici sia Wesley Snipes, sia Denzel Washington.

'Ora Denzel e Wesley vengono regolarmente a casa mia - ha continuato -. Una volta ho invitato dei giovani artisti mentre c’era Denzel a casa mia. Avevo una band mariachi… è stato bello avere Denzel lì'.

LATEST NEWS