Federica Sciarelli è tornata a condurre Chi l’ha visto?, uno dei programmi più seguiti della tv italiana.

Un format stimolante ma allo stesso tempo difficile, che però non fa paura alla conduttrice.

'Lo share è importante, ma a me interessa riportare a casa le persone scomparse', ha chiarito la Sciarelli al settimanale Oggi.

'Se guadagno un telespettatore sono felice: è un alleato in più, altri due occhi e una bocca che ci possono trasmettere segnalazioni. Le mie battaglie, poi, sono più importanti dell’Auditel. Il caso di Elisa Claps, per esempio, non faceva buoni ascolti. Ma io mi ero incaponita, volevo restituire un corpo a quella famiglia formidabile e, soprattutto, fermare l’assassino', ha spiegato la presentatrice.

Condurre Chi l’ha visto? non è facile, ma Federica Sciarelli non ha paura di minacce e intimidazioni.

'Se avessi paura farei un programma di cucina: la mia pasta e ceci non la batte nessuno. Ma voglio rispondere con una battuta forte che mi disse una volta un pentito della banda della Magliana: “Meglio morire sparato che in ospedale”', ha fatto sapere il volto di Rai 3, che sta per compiere 60 anni.

La Sciarelli ha inoltre rivelato il segreto per staccare la spina dalle macabre storie che racconta in tv.

'Faccio sport. Adoro il pattinaggio: lì devi stare attentissima a non cascare, la testa è tutta occupata dalla necessità di mantenere l’equilibrio. Dopo un’ora sul ghiaccio sono un’altra', ha ammesso Federica.

LATEST NEWS