Michelle Rodriguez si scusa per aver preso le difese di Liam Neeson.

L’attore è stato accusato di razzismo, dopo aver dichiarato che 'avrebbe ucciso qualsiasi nero gli fosse passato davanti' per vendicare un’amica, stuprata molti anni fa da un afro-americano.

La star di 'Fast & Furious' è recentemente scesa in campo per difendere Neeson, co-star nel nuovo thriller 'Widows - Eredità Criminale'.

'Sono stro****te - ha dichiarato la Rodriguez a Vanity Fair -. Liam Neeson non è razzista. Ma avete visto “Widows”? A momenti metteva la lingua in gola a Viola Davis. Non potete dargli del razzista'.

'I razzisti non baciano in quel modo persone appartenenti a una razza che odiano, specialmente con quello che ha fatto con la sua lingua. Non mi importa quanto grande sia come attore. Non sei razzista. Ignorali. È un uomo splendido. Sono tutte bugie'.

Dopo l’intervista, Michelle si è scusata per il tono delle sue parole.

'A tutti i miei amici, i miei colleghi, i miei fan e alla mia comunità: voglio porgervi le miei più profonde scuse per la scelta delle parole e per l’esempio che ho portato - ha scritto su Instagram -. In una situazione di forte pressione, ho solo pensato a difendere un amico, ma l’ho fatto nel modo sbagliato. Mi rendo conto solo adesso di quanto insensibile sia stata. Non era nelle mie intenzioni fare quel terribile paragone. Ho imparato da questo episodio, che mi farà sicuramente crescere'.

LATEST NEWS