Matthew McConaughey è tornato nelle sale con un’altra intensa storia di crimine e riscatto personale.

Dal 7 marzo l’attore texano è nelle sale con 'Cocaine - La vera storia di White Boy Rick', diretto da Yann Demange, che presenta al pubblico l’esordiente Richie Merritt.

Nella realtà, Rick è il più giovane informatore dell’FBI, assoldato a 14 anni per togliere dai guai il padre e diventato di lì a breve il più giovane spacciatore di cocaina: arrestato con otto chili di droga a 17 anni.

'Quando ho letto la sceneggiatura non me lo sono nemmeno immaginato. Quando l’ho saputo ho detto: motivo in più per accettare di far parte della produzione', afferma Matthew McConaughey a Amica.

Nella pellicola McConaughey interpreta il padre di Rick, Richard Wershe Sr., un individuo scaltro e dedito al commercio di armi sottobanco.

'È un padre senza moglie, cresciuto senza niente, senza affetti. Un uomo che ha perso tutte le donne della propria vita: la sorella muore di overdose, la moglie lo lascia, la figlia lo ritiene un perdente e fa di tutto per allontanarsi da lui - spiega Matthew -. Nel momento in cui capisce che potrebbe rimetterci anche il figlio, tenta di tutto per salvare ciò che resta della famiglia. Malamente. Ma non gliene va bene una, poveraccio'.

LATEST NEWS