Rivelazioni shock da parte di Robbie Williams: negli anni in cui faceva largo consumo di droghe di vario tipo, il cantante ha pensato di togliersi la vita.

L’ex Take That - che ha sempre parlato apertamente dei suoi demoni -, ha ricordato un particolare episodio, occorsogli durante il periodo in cui ormai la cocaina aveva il preso il sopravvento. L’artista viveva a Primrose Hill, Londra, con un’ex fidanzata, quando cominciò a sentirsi perseguitato da fantasmi e attività paranormali.

'Istantaneamente mi accorsi che la casa era diventata strana e oscura e aveva un’energia - ha dichiarato a Jo Wood per il suo podcast Alien Nation -. La prima volta si è manifestata da sola come qualcosa di fisico'.

'All’epoca mi facevo pesantemente di coca. Ero a casa, ma sentivo dei passi provenire su per le scale. Sempre più forti in modo progressivo. (La mia ragazza) pensava si trattasse del nonno'.

'Scappai in auto, terrorizzato. Dopo due mesi, non riuscivo più a gestire la situazione. Pensavo: “Se questo fantasma torna, preferisco suicidarmi”'.

Robbie decise di traslocare in un hotel dopo una nuova terrificante esperienza.

'Un giorno mi alzai e c’era una nebbiolina oscura ai piedi del letto - racconta -. Avevo troppo paura di alzarmi per andare a lavarmi i denti. Avrei dovuto attraversare quella foschia. Così chiesi alla mia fidanzata: “Io me ne vado. Vieni con me?” Siamo andati a vivere al Marriott Hotel, a Swiss Cottage (Londra)”'.

Robbie riuscì a parlare dei fantasmi, della dipendenza dalla cocaina e dei pensieri suicidi con la sua casa discografica.

'Parlai con il mio responsabile A&R (il tramite tra l'artista e l’etichetta; ndr). Gli raccontai quello che mi era successo e dissi, in modo piuttosto drammatico, che se quei fantasmi fossero tornati, mi sarei ucciso', ha rivelato Williams.

Robbie è riuscito a venir fuori dal tunnel della dipendenza dalla droga nel 2007, dopo un lungo periodo in rehab. Da allora, il cantante ha sposato l’attrice americana Ayda Field, da cui ha avuto tre bambini.

LATEST NEWS