Jennifer Aniston iscrive il suo nome alla lunga lista di donne che hanno puntato il dito contro Harvey Weinstein.

Il potente produttore cinematografico, in vista del lancio di un film, chiese con fare insistente alla star di Friends di indossare sul red carpet un abito confezionato dall’allora moglie Georgina Chapman, stilista del brand Marchesa.

'È successo nel periodo in cui Georgina stava lanciando il suo brand Marchesa', ha dichiarato la Aniston a Variety. 'È stato lì che lui è venuto a trovarmi… mentre stavamo girando un film. Ricordo mi disse: “Mi piacerebbe se indossassi uno di questi alla première"'.

'Sfogliai il catalogo delle scelte e ritenevo che quegli abiti non fossero adatti per quell’occasione. Non facevano per me. Lui non la smetteva: “Devi indossare quell’abito”. Quella è stata l’unica occasione in cui si è comportato da bullo nei miei confronti'.

Alla fine Jennifer decise di non indossare l’outfit, sfidando l’ex boss della Miramax. 'Cosa avrebbe potuto farmi? Venire in camerino e forzarmi a indossarlo? Lo sapeva meglio di me', ha aggiunto la 50enne star.

Weinstein è stato accusato da un centinaio di donne di molestie, abusi e ricatti a sfondo sessuale. Nel processo che inizierà a breve, il 67enne rischia una lunga pena carceraria.

LATEST NEWS